Green Pistons

Enduro


Agonismo e Passione..

Agonismo e Passione..


MINI ENDURO


Lo spazio dei piccoli..

Lo spazio dei piccoli..

 

Epoca


La cara nostra vecchia Regolarità

La cara nostra vecchia Regolarità


PDF Stampa E-mail


MANIFESTAZIONE SPORTIVA ENDURO

Domenica 7 Ottobre 2018
 

 
Regolamento sportivo

ART. 1 DEFINIZIONE
La manifestazione Green Pistons di enduro è una manifestazione motociclistica che si svolge su percorsi di vario tipo, aperti al traffico, nel rispetto delle norme del Codice della Strada.
Il pilota all’atto dell’iscrizione garantisce di essere in possesso di idonea patente di guida, che il motociclo che conduce è conforme a tutte le disposizioni del Codice della Strada (targa, luci ecc.) che è coperto da Polizza Assicurativa ai sensi di legge.
Il pilota è responsabile e si obbliga altresì ad osservare e rispettare le norme del Codice della Strada per tutti i tratti aperti alla pubblica circolazione.


ART. 2 CLASSIFICAZIONE DEI PARTECIPANTI ED ISCRIZIONE
La manifestazione è suddivisa in n.4 ( quattro ) categorie:
EPOCA immatricolate entro l’anno 1980
E1 -FINO a 125 CC 2 tempi e 250 4 tempi
E2 -FINO a 250 CC 2 tempi e 450 4 tempi
E3 –oltre 250 CC 2 tempi e 450 4 tempi
Al momento dell’iscrizione verrà consegnato al pilota il numero di iscrizione in triplice copia da applicare in modo ben visibile sul motociclo come stabilito nell’Art.7 del presente Regolamento.

ART. 3 LA PARTENZA
L
’ordine di partenza avverrà rispettando l’ordine di ingresso al Parco Chiuso.
Ogni minuto partiranno almeno quattro piloti.
Il tempo impiegato per completare un giro di percorso non dovrà essere inferiore a quello necessario per la partenza di tutti i piloti.
Quindi quanto disposto all’ART.3 COMMA 2 potrà essere variato dalla D.M. sulla base del numero degli iscritti.
I piloti dovranno portare il loro motociclo nel PARCO CHIUSO antistante la partenza IMMEDIATAMENTE DOPO L’ISCRIZIONE alla manifestazione.

Il pilota dovrà mettere in moto il motociclo SOLO sulla linea di partenza ed attraversarla con la sola forza del motore.

ART. 4 PERCORSO
Il percorso della manifestazione sportiva non deve essere abbandonato per nessun motivo, IL PARTECIPANTE ALLONTANANDOSI DAL PERCORSO SARÀ ESCLUSO E NON RICEVERÀ ALCUN TIPO DI SOCCORSO. La direzione della manifestazione controllerà prima di dare il via che tutto il percorso sia opportunamente segnalato con cartelli ben visibili ai piloti e che il commissario di percorso abbia dato parere positivo.
La tabella informativa esposta segnala le località di passaggio e il controllo di passaggio.

IL PASSAGGIO È CONSENTITO ESCLUSIVAMENTE NELL’AMBITO DELLA MANIFESTAZIONE.
IL TRANSITO AL DI FUORI DELLA STESSA È TASSATIVAMENTE VIETATO E SARÀ PUNITO DALLE AUTORITÀ COMPETENTI.

ART. 5 PARTECIPAZIONE

Possono partecipare alla manifestazione di enduro:
tutti coloro che rispettino le norme previste, per il motociclo e per il pilota, dal Codice della Strada. Per agevolare lo svolgimento della manifestazione il numero degli iscritti sarà limitato a 350 ( compresi invitati ).


ART. 6 MOTOCICLI
Le caratteristiche del motociclo partecipante alla manifestazione devono corrispondere a quelle previste dal Codice della Strada e del Regolamento della Manifestazione allegato.
Non è ammessa la partecipazione di motocicli con targa di prova.
Il pilota è l’unico responsabile di quanto sopra.

ART. 7 VERIFICHE AMMINISTRATIVE TECNICHE
I piloti in qualunque momento della manifestazione dovranno essere in grado di esibire i seguenti documenti:
- Patente guida
- Libretto di circolazione
- Contrassegno assicurativo
pena il ritiro della manifestazione e la trasmissione dei dati all’autorità per le sanzioni previste.
Il motociclo dovrà essere fornito di numero tre tabelle porta-numero recanti il numero di iscrizione ritirato all’atto dell’iscrizione.
I numeri dovranno essere così esposti:

uno frontale, uno lato destro, uno lato sinistro.
I motocicli potranno essere sottoposti alla prova fonometrica. Il motociclo che eccede i limiti fonometrici dovrà essere ritirato dalla manifestazione.

ART. 8 CONTROLLO DEI MOTOCICLI/PILOTI DURANTE LA MANIFESTAZIONE
Il Comitato della Manifestazione e il personale da lui incaricato in qualsiasi momento della Manifestazione potrà controllare il motociclo e il comportamento del pilota.

I piloti devono rispettare le regole del Codice della Strada ed eventuali disposizioni locali durante la manifestazione.
L’eccessiva rumorosità, la guida al di fuori del percorso o la violazione del Codice della Strada sarà causa dell’esclusione immediata del motociclo/pilota.

ART. 9 SEGNALETICA

Il percorso della manifestazione dovrà essere segnalato adeguatamente dall’organizzazione la quale dovrà curare in special modo i tratti su prato, terreno accidentato, sentieri, ecc.
Sul percorso saranno esposti cartelli e frecce per l’esatta segnalazione dello stesso.
Nei punti di incrocio/immissione con la viabilità ordinaria saranno dislocate persone appartenenti alla Protezione Civile o all’organizzazione che potranno segnalare il comportamento scorretto dei piloti non conforme al Codice della Strada i quali informeranno il Commissario di Percorso o il Direttore di Manifestazione.

ART. 10 ASSICURAZIONE ( R.C.T. )
La manifestazione è coperta da apposita polizza assicurativa e con adeguata copertura per i danni che l’organizzazione può provocare a terzi ( Si precisa che i partecipanti non sono ritenuti terzi ).

ART. 11 TRATTI IMPRATICABILI
Se durante la manifestazione la Direzione rileva che un settore è diventato impraticabile potrà eliminarlo dandone comunicazione e segnalazione ai piloti.

ART. 12 CONTROLLO DI PASSAGGIO
Durante il tratto di trasferimento i partecipanti devono rispettare le indicazioni previste dalla viabilità ordinaria ( es. stop a semaforo con luce rossa ), sul percorso sarà predisposto un controllo di passaggio al quale tutti i piloti dovranno fermarsi. Il personale addetto dovrà avere il tempo di controllare nome e numero del partecipante e solo al via libera del personale organizzativo il partecipante potrà riprendere la marcia. Il mancato rispetto della norma porterà all’automatica esclusione del pilota dalla manifestazione.

ART. 13 TEMPO MASSIMO
Nel percorso di trasferimento non verranno rilevati tempi di passaggio. Il tempo massimo di percorrenza dell’intero percorso ( n.2 giri ) è di 300 minuti. Il personale dell’organizzazione provvederà dopo la partenza e al successivo passaggio dell’ultimo partecipante alla chiusura del percorso dandone comunicazione al personale della sicurezza dislocato nei vari punti del tratto di trasferimento. Sulla base delle condizioni atmosferiche e l’ora di partenza dell’ultimo partecipante la Direzione stabilirà l’orario definitivo entro il quale il pilota potrà accedere al secondo giro. Il pilota fuori orario potrà ritornare alla P.S. di Cassano Magnago per effettuarla nuovamente.

ART. 14 PROVA SPECIALE
La partecipazione alle Prove Speciali è facoltativa.
Nel territorio di Cassano Magnago si svolgerà la prima P.S. fettucciata per l’assegnazione del “19°TROFEO GREEN PISTONS”.

La partenza sarà segnalata con cartello I.P.S. e l’arrivo con cartello F.P.S.
Il segnale di partenza verrà dato ad ogni pilota fermo sulla linea tracciata sul terreno da un cronometrista o da un addetto dell’organizzazione o dal Commissario di Speciale.
Il pilota, dopo aver oltrepassato la linea di arrivo, dovrà continuare il percorso senza arrestarsi.
Il tempo impiegato dal pilota nell’effettuare la P.S. sarà registrato al momento in cui passa la linea di arrivo.
Il pilota che per qualsiasi motivo uscirà dal tracciato della P.S. dovrà rientrare nello stesso punto in cui è uscito. Pena l’annullamento della prova.
La rilevazione dei tempi al decimo di secondo verrà rilevata con apparecchiature scriventi collegate a fotocellule. Verrà inoltre effettuata anche la presa dei tempi manuale ( da utilizzare in caso di guasti alle apparecchiature automatiche ).
Il responso dei cronometristi è inappellabile.
Un responsabile dell’organizzazione controllerà il regolare svolgimento della prova.
Ai fini di garantire la sicurezza, al pubblico che vorrà assistere alla manifestazione sarà consentito l’accesso nelle sole aree riservate.
A metà percorso circa (presso il territorio del Comune di Cairate) sarà inserita una prova speciale in linea per l’assegnazione del Trofeo “Memorial Ilario Rustighini” al primo classificato, anch'essa sarà regolata dalle stesse norme valide per la P.S. di Cassano M.go sopra descritte.

ART. 15 DIREZIONE DI MANIFESTAZIONE
Il Direttore della manifestazione è il responsabile dello svolgimento e del buon esito della manifestazione. È sua facoltà in qualunque momento che egli ritenga opportuno indire una riunione informativa per tutti gli interessati e sanzionare comportamenti scorretti. La Direzione si riserva di apportare modifiche al presente regolamento.

ART. 16 CLASSIFICHE
Le classifiche saranno stilate SOLO in base al miglior tempo ottenuto nelle 2 ( due ) prove “P.S. EXTREME”.

Le classifiche saranno divise secondo le quattro classi di iscrizione. Saranno premiati tutti i partecipanti di età inferiore ai 18 anni che concluderanno la manifestazione con motociclo da 50cc. e il migliore classificato under 18. Potranno essere assegnate penalizzazioni da parte della Direzione di Manifestazione da 5 a 10 secondi in base alla gravita’ dell’infrazione commessa dal pilota. La classifica della cat. Epoca verrà invece stilata tenendo conto del miglior tempo effettuato nella prova in linea.

 
ART. 17 DEFINIZIONE DI MOTOCICLO
È definito motociclo un veicolo avente due ruote, traccianti sul terreno una sola traccia, azionato dalla propulsione di un motore e destinato al trasporto di una o più persone una delle quali lo conduce.
Tutte le ruote devono essere a contatto del suolo, tranne che in casi momentanei e o in circostanze eccezionali.

ART. 18 REGOLAMENTO TECNICO MOTOCICLI
1. Deve essere riconoscibile la marca del motociclo;
2. Il motociclo deve essere fornito di dispositivo di avviamento, parafanghi, pneumatici per moto da enduro, targhe porta-numero, dispositivi luminosi e tutto quanto previsto dal Codice della Strada.

ART. 19 ABBIGLIAMENTO PILOTA
Il pilota durante la manifestazione dovrà indossare i seguenti indumenti di protezione:
1)
STIVALI AL GINOCCHIO E GUANTI IN PELLE O DI MATERIALE EQUIVALENTE NON TOSSICO O ALLERGICO RESISTENTE ALL’ABRASIONE
2)
CASCO DI PROTEZIONE OMOLOGATO CORRETTAMENTE FERMATO CON CINTURINO
3)
OCCHIALI DI PROTEZIONE O VISIERE PURCHÈ REALIZZATI CON MATERIALI INFRANGIBILI; la visiera non deve essere parte integrante e inamovibile del casco.
4)
PETTORINA/GOMITIERE/GINOCCHIERE a protezione del busto e delle articolazioni.